ATHLOS E VISIONSCIENTIAE: L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA DIAGNOSI DEI TUMORI AL RETTO.

Athlos insieme alla società Visionscientiae s.r.l. si sono aggiudicate la fase 2 dell’appalto pre commerciale relativo ai servizi di Ricerca e Sviluppo di una soluzione innovativa per il miglioramento della capacità di diagnosi e stadiazione ecografica del cancro del retto” per l’Azienda Ospedaliera Universitaria (AOU) di Cagliari. L’iniziativa è finanziata con i fondi del POR FESR Sardegna 2014/2020 – gestiti da Sardegna Ricerche – nell’ambito del Bando “Ricerca Scientifica, Sviluppo Tecnologico e Innovazione per il rafforzamento e qualificazione della domanda di innovazione della pubblica amministrazione attraverso il sostegno ad azioni precommercial public procurement e di procurement dell’innovazione”.


Il progetto è stato definito in team da professionisti con elevata esperienza tecnica, scientifica e accademica sia in ambito sanitario che nell’implementazione di soluzioni innovative di intelligenza artificiale, interazione uomo-macchina e computer vision.


Il progetto costituisce un passo importante per la sanità sarda perché consentirà di avviare la realizzazione di una soluzione prototipale innovativa nel panorama della sanità digitale anche alla luce delle importanti innovazioni introdotte con la L.R. 24/2020 che mira a creare un connubio tra sanità territoriale e telemedicina. Infatti, è corretto affermare che con l’integrazione dell’intelligenza artificiale all’ambito sanitario è possibile realizzare soluzioni e strumenti a reale supporto, anche a distanza, della diagnostica e del monitoraggio dei tumori.


Nel dettaglio il prototipo che verrà realizzato consentirà attraverso l’analisi delle ecografie di impiegare l’intelligenza artificiale, la computer vision e un assistente digitale come strumenti di supporto alla diagnostica semplificando il processo di osservazione, misurazione, riconoscimento e predizione della neoplasie al retto e riducendo l’eventuale errore umano.


Il prototipo potrà essere reso disponibile per i centri medici e le aziende sanitarie soprattutto di minori dimensioni che avranno la possibilità di impiegare un sistema di supporto alle decisioni per la diagnosi e stadiazione dei tumori pur non disponendo di una casistica e di volumi di attività appropriati per garantire livelli di accuratezza elevati per i propri pazienti.


Con questo progetto le due aziende sarde Athlos e Visionscientiae contano di fornire il proprio contributo allo sviluppo della sanità digitale e alla creazione di un sistema di intelligenza condivisa, collettiva e aumentata capace di impiegare il Cloud Service, i dispositivi IOT, i big data, l’artificial intelligence, l’high per-formance computing, il 5G e gli open data per contribuire allo sviluppo di una sanità territoriale più efficiente.