LA SFIDA DEL VOICE COMMERCE

By in

INDACO e la sfida del voice commerce.

Avete mai pensato che anche i vostri clienti potrebbero acquistare online utilizzando la voce?
Non lasciatevi cogliere impreparati rispetto a questa nuova tendenza che si amplierà sempre di più e riguarderà chiunque si occupi di vendite online.
Athlos, grazie ai continui progressi dei propri sistemi di Artificial Intelligence, ha colto anche questa sfida che porterà a rivoluzionare la shopping experience degli utenti.
Vi presentiamo infatti INDACO, la nostra piattaforma per l’intelligent e-commerce – che offre una gamma completa di funzionalità per la gestione degli acquisti e delle vendite on-line tramite un digital assistant.
Se volete saperne di più https://www.athlos.biz/prodotti/indaco-intelligence-e-commerce/.++–
Dialogare con la voce non è però affatto semplice e per farlo servono algoritmi avanzati di assistenza vocale basati sull’Intelligenza Artificiale in grado di comprendere efficacemente le richieste del consumatore e di tradurle in risposte corrette che conducano all’acquisto del prodotto/servizio desiderato.
Integrando nel vostro sito di vendita on line le tecnologie ATHLOS che utilizzano l’AI per l’apprendimento automatico e la NLP ( Natural Language Processing ) darete la possibilità ai vostri clienti di effettuare le proprie ricerche vocalmente in maniera conversazionale, cioè sicuramente in modo più naturale e spontaneo.
Fornire ai clienti la possibilità di un’interazione vocale con il vostro ecommerce renderà la shopping experience più naturale. Verrà percepita come un’esperienza più personalizzata aumentando le possibilità di vendita e facendo crescere la fidelizzazione degli utenti.

Non siete abbastanza convinti?
Considerate che una ricerca condotta da Capgemini su circa 5.000 consumatori tra Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania ha mostrato che nei prossimi tre anni gli assistenti vocali diventeranno la modalità prevalente di interazione. Ad oggi i consumatori li utilizzano soprattutto per lo streaming di musica e la ricerca di informazioni su Internet, ma più di un terzo degli intervistati ha già impiegato gli assistenti vocali per l’acquisto di beni alimentari, prodotti per la casa e abbigliamento. Sempre in base alla ricerca, gli utilizzatori di tale tecnologia spendono già il 3% della loro spesa totale tramite assistenti vocali, ma si prevede che tale percentuale crescerà fino ad arrivare al 18% nei prossimi tre anni, riducendo così la quota di acquisti effettuati presso un negozio fisico e sui siti web tradizionali.
Comscore ha previsto che entro il 2020, metà delle nostre query sui motori di ricerca saranno condotte tramite voce. La ricerca dei prodotti non avverrà più solo attraverso digitazione, ma sempre più consumatori preferiranno utilizzare i comandi vocali per le loro ricerche. Stiamo assistendo al passaggio verso esperienze d’acquisto basate sull’interazione diretta in linguaggio naturale, cioè sulla conversazione.
Si tratta di una vera e propria rivoluzione, potenzialmente capace di trasformare l’attuale paradigma dell’eCommerce B2c globale.
In Italia il voice commerce è ancora agli albori, ma nei prossimi anni cambierà significativamente il mercato eCommerce B2c nel nostro Paese.
Adeguiamoci al cambiamento!